MI CHIAMO EVA E QUESTA E’ LA MIA STORIA

Finalisti

  1. ROSANNA FRANCESCHINA di Firenze cn il racconto ANCORA UN ALTRO PO’…
  2. ANNA MARIA PACCIARINI di Città di Castello con il racconto LE TRAME DELL’ABITO
  3. VALERIA MENOZZI di Seargius con il racconto MI CHIAMO EVA E QUESTA E’ LA MIA STORIA
  4. ORNELLA CORNARA di Castellazzo con il racconto CATERINA, LA DONNA DELLA BALMA
  5. AURORA CANTINI di Aviatico con il racconto QUEL VIOLINA CHE CANTA ANCORA
  6. FELICIA MODICA di Palermo con il racconto MORTE DI UN ALBERO DI NATALE
  7. PAOLA FARINA di Olbia con il racconto LA CASA DI PAGLIA
  8. LILIANA BRUCHI di Vaglia con il racconto LUCIA
  9. SABINA BRUSCHI di Montechiarugolo con il racconto PERCHE’ SONO EVA
  10. ALESSIA BURRAI di Trieste con il racconto 17 ANNI, 3 MESI E 10 GIORNI
  11. MARIKA ALLEGRINI di Pisa con il racconto MI CHIAMO EVA
  12. ELVIRA SPUNTARELLI di Monterotondo con il racconto PESO PIUMA
  13. CRISTINA DI GIORGI di Roma con il racconto DOV’E’ MIA SORELLA?
  14. GIOACCHINO DI GIOVANNI di Bagheria con il racconto DAL DOTTOR TINE’
  15. ALESSANDRA ZACCO di Celle Ligure con il racconto CHIAMATEMI EVA

Vincitori sezione Adulti:

Primo classificato

ROSANNA FRANCESCHINA con il racconto “ANCORA UN ALTRO PO’…”

CON LA SEGUENTE MOTIVAZIONE:

Il dolore di una madre; i dettagli della quotidianità. Lo Scrittore affronta con coraggio una tematica difficile da trasferire con pienezza. Lo fa con una voce asciutta, a tratti poetica, senza mai parlarsi addosso.
La chimica che comanda il racconto ha il sapore di un fiume in piena, sul punto di rompere gli argini da un momento all’altro – ma tiene; resiste un equilibrio dei sentimenti. È la tenacia della protagonista che osserva, racconta, affronta la malattia della figlia. “Ancora un po’…” è un condensato emotivo.
Non spiega: mostra il rumore di fondo; restituisce alla pagina l’eco di un terremoto indicibile.
Lo avvertiamo lì, nero su bianco, tracciato con delicatezza usando oggetti semplici e potenti: quelli della vita. Dell’amore incondizionato.

Secondo classificato

AURORA CANTINI con il racconto “QUEL VIOLINO CHE CANTA ANCORA”

Vincitore sezione Scuole

CLASSE III A SCUOLA MEDIA “L. PACIOLI” a.s. 2018/2019 con il racconto “ZALIKA”

CON LA SEGUENTE MOTIVAZIONE:
E’ Gemma Leoni che scrive, anzi, per essere proprio più precisi e pertinenti, è ZALIKA, che sorprendentemente e magicamente, direi, si descrive e ci presenta la sua situazione di ragazzina proveniente dal Mozambico, di cui ricorda in maniera vivida ed impressionante il mare deserto di Benghelene, ma anche la gentilezza e la condivisione imparate nell’orfanotrofio di Mepanhira.
ZALIKA sa di essere lontanissima dalla sua terra, che le è nel cuore a prescindere, ma tocca i sentimenti più belli e reconditi di ciascun lettore, quando, riferendosi ai suoi genitori, afferma con sicurezza impensabile e impressionante….”…e credo che mi abbiano voluto ancora più bene, quando mi hanno fatto andare via dalle loro mani, per sempre…”
ZALIKA supera qualsiasi vetta terrestre!!

ISBN 9788894152043